Come Pulire l’Oro, lucidare oggetti e gioielli, anelli, collane, bracciali e orecchini

Come Pulire l'Oro, lucidare oggetti e gioielli, anelli, collane, bracciali e orecchini


Vediamo in questa dettagliata guida come pulire l’oro e come lucidare oggetti in oro come collane, anelli, bracciali, orecchini e altri gioielli.

Al contrario di quanto possano dire alcuni siti che non hanno idea di cosa stanno parlando, l’oro non si ossida. Nonostante questo, possiamo far luccicare i nostri oggetti in oro con delle piccole attenzioni, soprattutto quelli in oro giallo che vederlo brillare è una cosa meravigliosa.

Attenzione, prima di procedere con la pulizia si consiglia di leggere tutto, onde evitare che i gioielli si possano rovinare. Innanzitutto ci preme dire che la pulizia spiegata nei successivi paragrafi andrebbe fatta solo con gli oggetti in oro giallo. I gioielli in oro bianco e rosso potrebbero contenere delle leghe che con questo metodo di pulizia potrebbero rovinarsi. Si consiglia quindi per gli altri tipi di oro diversi dall’oro giallo di non utilizzare questo metodo di pulizia fai da te ma di utilizzare prodotti specifici o di portare i gioielli da un orefice.

Tutto quello che ci serve per pulire e lucidare l’oro, oltre agli oggetti in oro giallo che vogliamo pulire, logicamente, sono del detersivo per i piatti, una pentola con dell’acqua, un panno morbido, dell’ovatta e dell’alcol denaturato.



La prima cosa da fare sarà quella di prendere la pentola, riempirla di acqua ed immergere al suo interno i gioielli in oro che desideriamo lucidare. Ora non spaventatevi, bisognerà far bollire l’acqua. Sarà quindi necessario mettere la pentola con l’acqua e i gioielli sul fornello e quindi sulla fiamma sino a quando l’acqua non bollirà. Attenzione: prima di mettere i gioielli in oro nell’acqua assicuratevi che questi possano entrare in contatto con quest’ultima. Per esempio, non sognatevi di immergere in acqua un orologio d’oro perché potrebbe seriamente danneggiarsi.

Allo stesso modo, non fate bollire oggetti che non siano completamente d’oro, se ci dovessero essere delle parti di un materiale differente queste potrebbero sciogliersi.

Torniamo al nostro pentolino con l’acqua che bolle. Una volta che l’acqua sta bollendo possiamo spegnere la fiamma e aggiungere nel pentolino delle gocce di detersivo per i piatti. Non tocchiamo nulla per circa mezz’ora.

Trascorsa questa mezzora possiamo riprendere dall’acqua i nostri gioielli in oro e dovremo quindi sciacquarli con dell’abbondante acqua corrente. Ora asciughiamo il tutto con un panno morbido.

Con l’ovatta imbevuta di alcol denaturato adesso andremo a strofinare l’oggetto in oro, cercando di strofinare soprattutto negli angoli, qualora vi fossero, e nelle zone più strette dove solitamente si va ad accumulare lo sporco.

Se la pulizia non risulta ancora soddisfacente possiamo ripetere nuovamente il passaggio con l’ovatta imbevuta di alcol denaturato sino a quando non si ottiene il risultato desiderato.